Assumersi la responsabilità della propria vita: il Matrix Reimprinting

Mentre stavo cercando delle scene per organizzare un corso di formazione, mi sono imbattuta in questa qui riportata. E’ tratta da un film svedese del 2012 “L’ipnotista” e riporta una scena nella quale un marito, che di professione fa appunto l’ipnotista, aiuta la moglie in una trance a ricordare i dettagli di un determinato evento.

Al di là degli errori che vengono fatti nell’induzione e nelle parti che invece possono essere più efficaci, la visione di questo breve filmato mi ha portato a riflettere su quanto è delicato affidare ad altri la possibilità di entrare dentro il nostro inconscio che è quanto di più prezioso c’è in noi.

Anche io, come forse molti che mi leggono, l’ho fatto. Anche la psicoterapia infatti è consentire ad un’altra persona di guidarci dentro il nostro mondo. E proprio perché per anni ho affrontato questa strada posso dire che forse è importante introdurre il concetto di assunzione di responsabilità.

Solo noi siamo responsabili di noi stessi e siamo in grado di poter attingere alle nostre risorse meglio di chiunque altro. E’ per questo che da diversi anni ormai, preferisco approfondire la conoscenza di tecniche che ti mettono nella condizione di poterti aiutare da solo come lo è senza dubbio, il Matrix Reimprinting. Ma che cos’è questa tecnica?

E’ un’evoluzione dell’Eft in quanto usa gli stessi punti di picchiettamento, anche se poi i passi da compiere sono diversi. Il Matrix Reimprinting si basa su numerosi principi fondamentali.

Il primo è la teoria della fisica quantistica secondo la quale siamo tutti collegati da un campo unificato di energia noto come Matrice. Le nostre esperienze di vita più difficili vengono conservate come immagini nella Matrice sotto forma di ologrammi energetici della coscienza o ECO. Attraverso Matrix Reimprinting, possiamo interagire con questi ECO e trasformare le immagini del passato, sostituendole con immagini positive. Così facendo, modifichiamo la salute, lo stato di felicità e il benessere nel presente. I nostri ECO ci trattengono inoltre in stati negativi dati da credenze distruttive per la nostra fisiologia. Possiamo quindi usare Matrix Reimprinting per risolvere queste credenze negative e ritrovare la salute. In pratica questo metodo è la possibilità di entrare dentro di noi, prendere contatto con eventi, ricordi o immagini negative e, a differenza dell’ipnosi suindicata, di riuscire a trasformarle per liberare il potenziale di crescita e di evoluzione che ogni evento porta con sé. E il fatto che siamo noi gli artefici di questo processo ci porta sia ad ascoltarci e a capire cosa è bene affrontare per noi e quando e sia alla possibilità di essere responsabile di noi e delle scelte che facciamo per essere più in equilibrio.

Sabato 5 e Domenica 6 Marzo, Andrew Lewis, all’interno del seminario “Eft – Liberarsi dai condizionamenti” ci guiderà nella conoscenza della tecnica di Matrix Reimprinting. Qui trovi i dettagli dell’evento. Non perdere questa possibilità per imparare ad aiutarti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *