Il potere curativo della musica!

Ogni malattia nasce, prima di tutto, da una disarmonia fra il corpo e lo spirito. Avvenimenti traumatici, stress, affaticamento fisico e abbattimento morale, fanno sì che si rompa l’armonia fra corpo e mente e che il corpo, quindi, si ammali.

In tutte le culture dell’antichità, musica e medicina erano praticamente una cosa sola. Il sacerdote medico (lo sciamano) sapeva che il mondo è costituito secondo principi musicali, che la vita del cosmo, ma anche quella dell’uomo, è dominata dal ritmo e dall’armonia. Sapeva che la musica ha un potere incantatorio sulla parte irrazionale, che procura benessere e che nei casi di malattia può ricostituire l’armonia perduta. Anche Platone ed Aristotele furono, oltre che pensatori e filosofi anche dei musicologi e musicisti convinti che le arti del ritmo contribuissero a migliorare la calma interiore, la serenità

Per Pitagora erano tre gli orientamenti della musica: quella di adattamento perchè come la musica può adattarsi alla personalità dell’individuo, nel contempo l’individuo può lentamente adattarsi a musiche diverse e lontane dalla sua personalità accettandole; quella di cambiamento perché la musica può modificare lo stato d’animo profondo dell’individuo, consentendogli una maggiore accettazione di sé ed un maggiore uso delle proprie capacità possibilità; quella di purificazione : perchè la musica può liberare l’anima e il corpo dalle tensioni giornaliere.

Oggi la Musicoterapia viene applicata nel trattamento di moltissime patologie psichiatriche e con esiti eccellenti. Un ruolo fondamentale ricopre la musicoterapia nel trattamento dell’autismo nei bambini ed ottiene risultati sorprendenti anche sui malati di Alzheimer e per i cardiopatici , impareggiabile è l’effetto della musica su chi soffre di depressione o di esaurimento, ma anche semplicemente su chi rischia, a causa delle condizione in cui vive, di chiudersi in se stesso e di perdere la capacità di socializzare e comunicare con gli altri; è il caso, ad esempio, delle persone anziane. Oggi è normale che ci sia musica negli luoghi di lavoro, negli ospedali, in sala operatoria, nelle scuole, nelle case di riposo perché, al di là delle applicazioni specificamente terapeutiche, la musica conserva intatto il suo enorme potere armonizzante, c’è musica persino nelle stalle, per far sì che le mucche producano più latte, e c’è musica nelle serre, perché le piante crescano meglio e nei vigneti per far produrre piu’ uva e una qualità superiore di vino.

Se vuoi conoscere una musica con effetti rilassanti sul corpo e sulla psiche, l’Associazione Essere Umano ti invita al concerto di Rino Capitanata. Musicologo ed esperto di musica meditativa a 432 Hz, le musiche di Capitanata vengono utilizzate da anni per indurre stati di rilassamento negli ambienti più diversi tra loro. Mercoledì 20 luglio alle 20:15 ti invitiamo al Castello Màlleus per l’ultimo degli eventi estivi dell’”Energia del Tramonto”. Clicca qui per avere maggiori informazioni.

La prenotazione al concerto è gradita ma non obbligatoria

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *